COS’E’

Sito, diario, archivio o contenitore è per me utile a fare ordine in un percorso lavorativo ormai trentennale. Con quasi tutte le aziende il mio rapporto di collaborazione è sempre durato vari anni e di conseguenza i progetti sviluppati e prodotti sono stati centinaia. Qui solo una piccola parte, magari i più interessanti o quelli meglio fotografati, o quelli di cui ho almeno qualche foto a rappresentare questo lungo percorso professionale.

Fabrizio Ricupito.JPG

FABRIZIO RICUPITO

IO

Nel 1984 mi sono diplomato al liceo artistico di Pescara dove oltre tutte le altre materie, per mia passione e grazie al mio docente Ettore Spalletti grandissimo artista, ho fatto un’eperienza nel mondo della  GRAFICA . A ottobre dello stesso anno, mi sono trasferito a Milano dove ho frequentato l’Istituto Europeo di Design (IED) diplomandomi nel 1988 in   PRODUCT DESIGN  

L/O DESIGN

Durante gli ultimi 2 anni di studio ho avuto la prima esperienza lavorativa nello studio L/O design di Roberto Lucci e Paolo Orlandini di Milano. Ho lavorato su progetti di mobili per ufficio, sedie e cucine apprendendo la loro metodologia e cioè quella di sviluppare i progetti attraverso la realizzazione di mock-up utilizzando come materiali, TUTTO. Questo ha avuto una totale influenza sul mio modo di lavorare. Da questa esperienza porto con me anche un principio semplice ma che ritengo alla base di chi fa questo lavoro e cioè in qualsiasi progetto grande o piccolo che sia, cercare sempre l‘innovazione. 

LAVORO

Nel 1988 ho intrapreso la libera professione operando in eterogenei settori, dalla ceramica al mosaico, dagli occhiali ai piccoli elettrodomestici per poi focalizzarmi su prodotti legati al mondo sportivo. E’ in questo ambito che ho progettato caschi per tanti sport, moto da cross/enduro, tanto abbigliamento nel mondo bike, moto e montagna, guanti per tutti gli sport, borse e zaini e tanta grafica di prodotto.

360°

Nel 1993 l‘incontro con la Clover. Il primo progetto è stato la protezione schiena BACK PRO per poi affrontare un tema per me nuovo, l’ ABBIGLIAMENTO  tecnico da moto. L’approccio chiaramente non può essere da stilista ma è da designer, da product designer con competenze anche nella grafica. Da qui una grande esperienza durata 15 anni in cui, grazie alle grandi competenze del titolare nell’ambito dell’abbigliamento tecnico, apprendo un mestiere. Con Clover l’esperienza sarà a 360°. La progettazione spazierà da prodotti quali protezioni varie, giacche, pantaloni e guanti per affrontare lunghi viaggi o vivere la metropoli, quindi con caratteristiche tecniche, di stile e materiali molto diverse per ogni ambito. In questo lungo percorso una delle protagoniste è stata anche la pelle, dalle prime tute sportive intere o divisibili a prodotti sempre più tecnici e per usi specifici che vanno dal mototurismo alla pista e al supermotard senza dimenticare il classico giubbotto in pelle con richiami vintage e al più tecnico senza cuciture a vista. Ma non solo, anche la progettazione dello stand della fiera di Milano, modulare, pensato per occupare superfici di varie metrature e con l’idea di enfatizzare i prodotti esposti facendo risaltare il dettaglio per sottolineare la cura maniacale che c’era in ogni centimetro di prodotto. Nel 1999 facciamo nascere, dopo una lungo studio, il nuovo logo e da qui l’applicazione di questo su cartellini, appendini, packaging, immagine coordinata e e e.

Grazie a questa esperienza ho potuto progettare abbigliamento tecnico e meno tecnico per diversi brands quali Castelli (bike), Briko (ski e bike), Decathlon (bike), Circuit (motocross enduro) Specialized (bike), Gimoto (motorbike), OJ (motorbike), Tucano Urbano e T.UR (motorbike) e Yamaha (motocross enduro).

COME

L’esempio dell’esperienza con la Clover mi aiuta a spiegare due aspetti fondamentali:

1°, come la relazione tra prodotto, comunicazione e il marketing debba essere in totale simbiosi ed è per questo motivo che frequentemente mi confronto anche con loro.
2°, come le competenze di industrial design, di abbigliamento e di grafica convivano tutte nell’ambito del prodotto più o meno tecnico sportivo.

Schermata 2021-06-15 alle 18.21.35.png

Qualsiasi progetto io affronti, che sia prodotto solido, abbigliamento o grafica per me va tutto sotto il grande cappello della PROGETTAZIONE cioè la commistione tra FUNZIONALITA’, RAZIONALITA’ COSTRUTTIVA, ESIGENZE DI MERCATO e STILE.

CLIENTI

Schermata 2021-06-15 alle 18.23.13.png

RITORNO A SCUOLA

Nel 2000 le prime esperienze didattiche presso lo IED Istituto Europeo di Design (Milano, Torino,Venezia e Sao Paulo) dove ho tenuto corsi di progettazione e workshop nell’ambito di master in collaborazione con aziende quali Mini, Renault, Whirlpool e Hurgh.

MOSTRE

1990 Abitare il tempo - Verona
1991 Abitare il tempo - Verona
1991 Design balneare- Cattolica
1997 Oggetti del desiderio. Mosaico e design - Ravenna
1998 Easy Reading giovani designers per lo sport - Milano
1998 Biennale del Design - Saint-Etienne
1998 BIO 16 Industrial Design Biennale - Lubiana
2008 SPORT DESIGN designing competition Torino World Design Capital 2008 - Ivrea
2009 SPORT DESIGN designing competition Beijing – China
2009 EICMA presentation Ricoò, Milano - Italy
2010 EICMA presentation Ricoò, Milano - Italy
2011 EICMA presentation Ricoò, Milano - Italy

PUBBLICAZIONI

RICOO’

in questo percorso lavorativo, nel 2010 faccio nascere molto spontaneamente "Ricoò", marchio specializzato in abbigliamento tecnico per motocross enduro rally e flattrack, in cui metto insieme la mia grande passione per il motocross con l’esperienza acquisita e una visione del mercato che mi ha portato ad intuire che c’era bisogno di novità. L’abbigliamento motocross fino ad allora era poco tecnico, tutti facevano la stessa tipologia di prodotto improntata sulla grafica quasi come primo valore, una grafica ridondante e piena di se stessa fatta da completi maglia pantalone guanti strettamente coordinati. Ricoò al contrario propone pantaloni con soluzioni tecniche innovative, monocolore, neri, blu, rossi e maglie liberamente abbinabili secondo i propri gusti. Il pantalone nero da molti giudicato invendibile nel mondo cross, diventa il più venduto anche perchè abbinabile a tutte le nostre maglie. In occasione dell’EICMA 2010 presentiamo, a livello di prototipo una pettorina/protezione schiena allungabile brevettata. La storia continua ma su www.ricoostyle.com

Schermata 2021-06-15 alle 18.34.36.png

SPAZIO RICUPITODESIGN